IT | UK
Profilo FacebookAccount Linkedin

IL SIGNIFICATO DELLE PIETRE PREZIOSE: TRA STORIA E SUPERSTIZIONE (PRIMA PARTE)

Il significato delle pietre preziose: tra storia e superstizione

INTRODUZIONE 

1. Le gemme nell'antichità

Le gemme, sin dall’antichità, sono espressione di un fascino che va oltre la loro bellezza e il loro valore economico. Le pietre preziose non sono solo meravigliose creazioni naturali ma, secondo antiche credenze popolari, ogni pietra avrebbe anche un proprio significato spirituale, e addirittura uno specifico potere soprannaturale. Conoscere il significato delle pietre preziose consente di eseguire un acquisito cosciente che porta con sé il messaggio di senso e di buon augurio.

In questo senso si fa notare che non è una mera coincidenza che le pietre preziose abbiano da sempre avuto una scena predominante nei salotti buoni del potere, sia temporale che spirituale. Diamanti, smeraldi, rubini, zaffiri, hanno impreziosito gli abiti dei regnanti e si trovavano diffusamente incastonati in scettri, corone e spade a cui infondevano un profondo significato esoterico.

Il significato delle pietre preziose si tramanda nel tempo e nello spazio e travalica confini. Infatti, in molte culture, diverse e distanti tra loro, vi si ritrovano miti, leggende, e credenze popolari relative al carisma ed al potere delle diverse gemme.

2. Significato del diamante

Un diamante è per sempre, si sa. E questa convinzione deriva dalle caratteristiche e dalle leggende che avvolgono quella che da sempre è considerata la gemma più preziosa al mondo. Il diamante è la pietra preziosa simbolo della limpidezza, della perfezione, della luminosità caratterizzata da una durezza imbattibile. Il suo colore è bianco scintillante e il significato del diamante è legato alla forza e all’amore indissolubile. Il diamante è tra le pietre preziose che meglio esprimono l'idea del potere invincibile e in molte leggende, la nascita del diamante è legata alle lacrime sacre degli Dei.

3. Le Quattro C del diamante

La qualità e il prezzo di un diamante sono determinati da un insieme di quattro circostanze conosciute come le quattro C: carati, chiarezza, colore e taglio (cut). I diamanti di perfetta qualità sono rari e molto costosi, ma è possibile sceglierne uno leggermente meno perfetto che appare brillante a occhio nudo.

Il taglio determina la forma e la brillantezza di un diamante. Un diamante ben tagliato riflette la luce da una sfaccettatura all’altra. Se è tagliato troppo in profondità o troppo superficialmente, la luce tende a non attraversare il diamante, riducendo la qualità della pietra.

La chiarezza si riferisce alla purezza di un diamante. La maggior parte dei diamanti ha imperfezioni superficiali conosciute come "inclusioni", ma pietre di qualità molto alta non hanno nessun segno visibile e sono considerate perfette.

I diamanti di più alta qualità sono incolori, poiché le pietre incolori sono rare e riflettono la luce meglio di quelle colorate. La maggior parte dei diamanti ha lievi tonalità di giallo, che spesso sono impossibili da vedere a occhio nudo.

Il peso di un diamante, o la dimensione, si misura in carati. Più carati ha un diamante, più costoso sarà.

Continua ...

Riproduzione riservata